Critiche

Hanno scritto di Grazia Savelli:

Giorgio Trichilo – TROPEA FESTIVAL di Leggere & Scrivere

Si può dipingere una canzone? Si possono esprimere i suoi versi con una serie di pennellate in grado d’offrire alle emozioni quella nota in più. E se poi le canzoni sono quelle di Fabrizio de Andrè nonè una sfida quanto mai ardua? La risposta a queste domande è al TROPEA FESTIVAL di Leggere & Scrivere che ospita la personale della pittrice GRAZIA SAVELLI: 18 quadri…

Leggi tutto –>

Giorgio Di Genova – Direttore artistico del Premio internazionale LIMEN 2011

L’atmosfera desolata delle sue scene dipinte, come pure i personaggi delle sue sculture, senza dubbio portano le stimmate della sua lunga attività nell’ambito del sociale. La solitudine domina anche nelle scene con più persone come è “Mancati Incontri” del 2004 in cui la visione dall’alto accentua l’incomunicabilità esistenziale di ciascuno…

Leggi tutto –>

Enzo Le Pera

La pittura di Grazia Savelli è pittura “sua”; non ha ascendenze, o matrici nel panorama artistico nazionale. Può piacere, o non piacere; non conosce vie di mezzo. E’ pittura lenta e meditata, dura e maschia…

Leggi tutto –>

Gianfranco Labrosciano

Si tratta di un quid assolutamente contraddittorio, a mio avviso, fra l’impiego della materia pesante e ciò che essa stessa traduce,  che sfalda la materia medesima e la rende quasi inconsistente risolvendosi in un velo, un’ atmosfera che copre la una realtà sottostante…

Leggi tutto –>

Germano Beringheli – Critico d’arte

Grazia Savelli, pittrice e scultrice, ha assunto le lezioni di alcuni maestri della contemporaneità cogliendo dei loro suggerimenti, piuttosto che l’essenziale rigore della pittura o della scultura, i pro e i contro della rappresentazione iconica.

Leggi tutto –>

Dolores Weber – Scultrice ed esperta d’arte

La corporeità è una costante nella scultura di Grazia Savelli: corpi emergenti, seminascosti, contemplativi, vaganti e, a volte, ingombranti nascono dalle sue mani come espressione di futuri accomodamenti:

Leggi tutto –>